Sauvignon DOC – San Michele Appiano

12.00

SAN MICHELE APPIANO

Fondata nel 1907 grazie a pochi vignaioli che decisero di unire le forze per migliorare la qualità delle proprie etichette, la cantina cooperativa di San Michele Appiano è oggi una realtà che conta circa trecentocinquanta soci, per una produzione annua che supera i due milioni di bottiglie. Un vero e proprio colosso, riferimento assoluto per tutto il mondo produttivo non solo altoatesino, che non tradisce mai le attese grazie a una gamma dall’affidabilità unica. Dal Gewürztraminer al Müller Thurgau, dal Sauvignon al Riesling, dal Pinot Bianco al Lagrein, ogni bottiglia rappresenta una perfetta sintesi del varietale che la vede nascere. Vini freschi e vibranti, caratterizzati da un chiaro richiamo territoriale e da una qualità media sorprendente. Attualmente, la cantina San Michele Appiano, potendo contare su una superficie vitata che si avvicina ai 400 ettari, risulta essere la più estesa della provincia di Bolzano, e oggi più che mai si identifica con il suo storico “kellermeister”, l’enologo Hans Terzer, attivo a San Michele Appiano dal 1977 e premiato dal Gambero Rosso come uno dei migliori dieci winemaker al mondo. Nella gestione delle vigne, un team di tecnici e agronomi altamente competenti e professionali affianca costantemente ogni socio conferitore, offrendo preziosi consigli su come condurre i filari. Scelte accurate e strategiche permettono di arrivare a raccogliere frutti qualitativamente superbi. Grappoli che in cantina sono lavorati esaltandone ogni minima sfumatura organolettica: la vinificazione si avvale delle più innovative tecniche enologiche, applicate nel pieno rispetto delle tradizioni, mentre per l’invecchiamento sono impiegate sia vasche di acciaio inox che botti di rovere. Dalla linea di punta, la “Sanct Valentin”, si arriva alla linea “Classica” passando per la linea “Selezione”: tutte le etichette targate “San Michele Appiano” sono figlie di una costante ricerca della qualità senza compromessi, e sono il frutto di passione, esperienza, coraggio e sensibilità, valori che da oltre un secolo costituiscono la base di quella che è una delle più importanti realtà vitivinicole dell’intero panorama enologico dell’Alto Adige e dell’Italia intera.

Uno dei grandi Sauvignon italiani, il “Lahn” di San Michele Appiano è vino bianco di rara eleganza. Sinuoso, intenso, complesso, il suo segreto risiede nella particolarità della zona di produzione: le colline di Appiano Monte. Un luogo dalle scarse di rese quantitative, decisive però nel rimarcare la fragranza e la profondità caratteristici di questo vitigno così affascinante. Ottimo anche adesso, è bottiglia capace di sfidare il tempo grazie ad una longevità non comune, se ben conservata in cantina.

  • Denominazione: Alto Adige DOC
  • Vitigni: sauvignon
  • Alcol: 14%
  • Formato: 0.75l
  • Consumo ideale: 2017/2021
  • Temperatura di servizio: 10/12 °C
  • Abbinamenti: piatti vegetariani
  • Momento per degustarlo: cena tra amici